La cultura a costo zero: il bookcrossing in Terza Circoscrizione

Pubblicato da il 3 aprile 2016 0 Commenti

In Commissione Cultura della Terza Circoscrizione è stata approvata la proposta per la creazione del bookcrossing in Terza Circoscrizione.

Il progetto “Bookcrossing” consiste nella liberazione di libri allo scopo di poterne seguire il viaggio attraverso i commenti di coloro che li ritrovano.

Come funziona? E’ semplicissimo. La Terza Circoscrizione ha stanziato 700 euro per l’acquisto di 4 casette porta-libri da installare fuori dalle 4 sale civiche in terza circoscrizione:

  • Via Brunelleschi (Stadio)
  • Via Marin Faliero (Saval)
  • Via Trapani (Borgo Nuovo)
  • Via Anselmi (San Massimo)

Queste casette vengono registrate come OCZ (zone ufficiali di scambio), dove qualsiasi cittadino può depositare e prendere i libri che sono depositati a costo zero.

Il Bookcrossing è un miscuglio di spirito d’avventura, letteratura e anche generosità che molte persone trovano irresistibile. Alcuni lo vedono come una versione moderna dei messaggi nella bottiglia o dei bigliettini attaccati ai palloncini. Altri lo concepiscono come il tentativo di creare un’enorme biblioteca aperta e in viaggio.

Un grazie particolare alla presidente della commissione cultura Adelia Sempreboni che ha creduto in questo progetto e all’associazione la Goccia che sta seguendo un progetto analogo in ottava circoscrizione con enorme successo e ci ha fornito utili consigli su come attuarlo in terza.

Sono piccole cose, che possono non solo essere vettori culturali, ma hanno lo scopo di rivalutare le periferie come luogo di aggregazione e interesse collettivo.

 

Federico Benini
capogruppo PD Terza Circoscrizione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *