Arsenale, le minoranze propongono una Commissione temporanea

Pubblicato da il 3 novembre 2015 0 Commenti

Dopo aver speso anni a decantare le virtù del project financing, presentato come la quintessenza del partenariato pubblico-privato, ritenuto sbrigativo, efficiente e soprattutto “a costo zero” per il pubblico, ora l’amministrazione rimescola le carte in tavola virando verso il tradizionale bando pubblico, che sostiene essere più “veloce” ed “economico”.

Ci permettiamo un suggerimento: lo stato confusionale della giunta non cesserà fintanto che continuerà ad anteporre il metodo al contenuto. In altre parole: prima di pensare a come realizzare il recupero dell’Arsenale, occorre chiedersi cosa vogliamo che diventi dentro. Questo implica necessariamente il confronto con la città e con il Consiglio comunale.

Il project, che altro non è che una proposta pre-confezionata studiata a tavolino dal privato a proprio uso e consumo, può dare l’illusione di saltare questi passaggi, ma alla fine si rivela inefficace, perché non risponde ai bisogni della città.

Invitiamo pertanto la maggioranza (o quel che ne resta) a votare la mozione sottoscritta da tutte le minoranze (primo firmatario il consigliere PDL Daniele Polato) per “la costituzione di una Commissione Temporanea denominata ‘Arsenale di Verona’ che approfondisca tutte le tematiche relative a questo straordinario monumento coinvolgendo tutte le competenze interne all’Amministrazione Comunale ed esterne per individuare una soluzione che porti al recupero dello stesso garantendo il pubblico utilizzo”.

Basta chiacchiere, basta annunci, si cominci a lavorare seriamente cercando di recuperare almeno in parte il troppo tempo perduto!

Michele Bertucco ed Elisa La Paglia
consiglieri comunali PD

Tags: ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *