Solidarietà al gruppo Veronesi. No ideologia nel dibattito OGM

Pubblicato da il 13 luglio 2015 0 Commenti

Esprimo anche a nome del Partito Democratico di Verona la massima solidarietà al gruppo Veronesi, una delle più importanti realtà industriali della nostra provincia e dell’intero Paese, che dà lavoro in questi anni molto difficili a ventimila famiglie, molte delle quali veronesi.

Nessuna concessione può essere fatta a chi agisce mediante la violenza e confido che gli inquirenti possano individuare rapidamente i colpevoli e assicurarli alla giustizia.

Se venisse confermata la pista legata al mondo della contestazione “no OGM”, sarei ancor più preoccupato, perché il dibattito sugli OGM va assolutamente depurato da ogni deriva ideologica, che invece purtroppo lo sta inquinando anche con episodi di inaudita gravità come quello accaduto ieri. Si tende invece ad affrontare anche questo tema con un atteggiamento fanatico da guerra di religione, che non tiene conto dei dati scientifici, delle esigenze produttive, degli equilibri climatici globali, della necessità di dare risposta alla ingente domanda alimentare di quello che ieri chiamavamo terzo mondo e che oggi bussa con sempre più forza alle nostre porte.

La risposta al tema OGM deve arrivare da una valutazione lucida, strategica e che tenga conto dell’insuperabile rispetto per il pianeta e la natura, ma anche del dato scientifico (ricordo peraltro che a Verona possiamo vantare una delle più importanti facoltà di Biotecnologie in Italia), evitando possibilmente di assumere posizioni puramente ideologiche che molto spesso si rivelano sbagliate.

Alessio Albertini
segretario provinciale PD Verona