Sanità: Rotta (Pd), governo intervenga su Istituto Assistenza Anziani per tutelare pazienti e lavoratori

Pubblicato da il 18 luglio 2019 0 Commenti

“È doveroso e urgente che i ministri della Salute e del Lavoro intervengano per tutelare non solo il diritto alla salute, così come previsto dall’articolo 32 della Costituzione, dei pazienti ricoverati presso l’Istituto Assistenza Anziani di Verona, ma anche il diritto dei lavoratori a poter svolgere il proprio lavoro nel rispetto dei diritti e dei doveri che il nostro ordinamento impone”.

Lo dichiara la parlamentare veronese Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico, che sull’Istituto di assistenza Anziani ha presentato un’interrogazione

“I 500 lavoratori dell’Istituto Assistenza Anziani di Verona, che ha il suo interno quasi 600 posti letto complessivi, è in stato di agitazione da qualche mese a causa della mancata riorganizzazione del lavoro, della carenza di personale e del mancato turnover. A fronte degli scioperi – spiega la deputata Dem – la direzione ha predisposto solo in via unilaterale il protocollo dei minimi essenziali, e non bilateralmente così come prevede la legge, dimenticando inoltre interi servizi essenziali come i pasti domiciliari agli anziani e l’assistenza domiciliare sul territorio. Nel mese di luglio, dunque, vi è stata una escalation nei rapporti tra la direzione dell’ente ed i lavoratori, anche con provvedimenti disciplinari e denunce penali nei confronti degli operatori sanitari”.

“È il momento che il governo intervenga, nel rispetto delle competenze regionali in materia sanitaria, perché – conclude Rotta – la situazione è ormai divenuta insostenibile e non fa altro che peggiorare le condizioni di lavoro del personale e, di certo, non migliora le prestazioni agli assistiti”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *