Monitoraggio caditoie: il Comune avvia un coordinamento con gli enti preposti alla manutenzione

Pubblicato da il 10 settembre 2018 0 Commenti

Su sollecitazione del Pd, nel corso della commissione consiliare odierna l’assessore agli enti partecipati Daniele Polato ha convenuto sull’opportunità di coordinare sotto la competenza del Comune di Verona gli enti preposti alla corretta manutenzione delle caditoie a griglia cittadini. L’azione riguarda dunque in primo luogo Acque Veronesi e Amia. Negli ultimi giorni si sono infatti moltiplicate, provenienti un po’ da tutti i quartieri (Stadio, Borgo Venezia, Chievo, Ponte Crencano), segnalazioni spontanee in merito a tombini e caditoie ostruite da foglie, fango e sporcizie varie. Comprensibilmente e giustamente preoccupati dal rischio allagamenti, che le cosiddette bombe d’acqua di questi ultimi anni fa crescere esponenzialmente, i cittadini richiedono alle amministrazioni pubbliche un maggior impegno sotto l’aspetto della manutenzione e della pulizia.
Alcune delle numerose foto inviate inviate dai residenti illustrano situazioni estreme di griglie completamente sigillate dallo sporco e dalle erbacce, nelle quali spesso sono cresciute arbusti che ovviamente vanificano la funzione di smaltimento dell’acqua piovana.
Il Comune deve proseguire su questa strada del monitoraggio e di coordinamento. Non sarebbe difficile, con l’aiuto delle Circoscrizioni, costruire una mappa dettagliata quartiere per quartiere delle strade più a rischio, a fronte della quale mettere in atto le contromisure indispensabili a proteggerci dai fenomeni atmosferici estremi sfruttando al massimo le potenzialità  del nostro sistema di raccolta delle acque. Ad esempio, i consiglieri Pd della Quinta Circoscrizione hanno segnalati i seguenti tratti a rischio: via Ca’ di Aprili di fronte al piazzale della cartiera di Ca’ di David; via Golino all’altezza delle fermate dell’autobus presso l’ingresso del vecchio parco San giacomo; via San giacomo all’altezza della strada che porta al liceo scientifico Galilei. In Terza Circoscrizione si verificano spesso allagamenti in via Da Mosto, viale Galliano e via Sturzo. Da anni è oggetto di attenzione la situazione a Santa Maria in Stelle e, a fronte della richiesta di prevedere una grata, l’assessore Polato ha confermato che è previsto un investimento da 30 mila euro per risolvere a monte il problema con il rinforzo di una canaletta.

Federico Benini, consigliere comunale Pd Verona

Allegati: foto caditoie ostruite scattate negli ultimi 5 giorni in vari quartieri della città

                              

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *