APPELLO A SBOARINA

Pubblicato da il 27 luglio 2018 1 Comment

Con la testa all’indietro si sbatte.
Verona ha bisogno di crescere come città europea, quindi, servono scelte importanti. Tra pochi anni giungeranno a termine progetti, in particolare la TAV, che ci consentiranno opportunità di sviluppo ancora non del tutto comprese.
Da qui la necessità di capire come sfruttarle, in primis dal Comune di Verona.
Ed invece, chi governa la città discute di fare di Verona la città capofila contro la legge che regola l’interruzione volontaria di gravidanza, di dedicare una via a Giorgio Almirante, di coprire un fascista in AGSM che mostra l’effige del duce sulla macchina di servizio e di un consigliere comunale che saluta il pubblico in sala Gozzi con il saluto romano.
Caro Sindaco Sboarina, avverti i tuoi che i loro pruriti fascistoidi se li tolgano a casa loro, perché così non fate crescere Verona, la uccidete con la vostra idea malata di società.

Vincenzo D’Arienzo, senatore Pd

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Gustavo Pasquali ha detto:

    Un dejà vù con il ritiro della protezione a Saviano dopo quella tolta al Giuslavorista di Bologna causa principale del suo Assassinio da parte delle BR, con i fatti di Genova che ci hanno fatto fare la figura da Paese del terzo mondo e quella del Pestaggio consumato sui giovani Veronesi (memoria corta?) dopo l’insediamento di Tosi: costa caro il disimpegno della destra sopratutto con il silenzio di tanti benpensanti. Resistenza sempre anche se il perdonismo porta soldi: vedi Pansa “il sangue dei vinti”
    ,,,,e quello delle guerre e delle crudeltà dei suoi alleati? Memoria corta o accondiscendenza verso la svolta politica che si stà consumando in Italia?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *