Programma del Sindaco: migliorato dagli emendamenti, ma ancora insufficiente

Pubblicato da il 10 novembre 2017 0 Commenti

La manovra emendativa sulle linee programmatiche della nuova amministrazione ha consentito di rimpolpare nei limiti del possibile una proposta in partenza troppo generica e avara sia di contenuti che di obiettivi ambiziosi. Si sono viste da parte della maggioranza delle aperture soprattutto sui temi ambientali e del sociale. Dalle due sedute di Consiglio è dunque uscito un testo migliorato, e questo grazie ai numerosi emendamenti accolti (65 soltanto del nostro gruppo), resta tuttavia un programma di mandato dal respiro corto, inadeguato ad affrontare le sfide importanti che la città ha davanti a sé nel campo dei diritti, della mobilità e dello sviluppo.
Restano sostanzialmente inascoltati i quartieri, che non chiedono solo manutenzione ma anche progettualità e rilancio a partire dal ruolo delle loro rappresentanza territoriali, le Circoscrizioni. E’ stato accolto l’emendamento che propone una visione policentrica della città ma è stato respinto un altro emendamento che chiedeva l’aumento dei finanziamenti alle Circoscrizioni. Grazie al nostro contributo si ritorna a parlare di violenza sulle donne, ma il dibattito sulle politiche della famiglia continua a scontare una pesante zavorra ideologica da parte della maggioranza. L’amministrazione non vuole prendere impegni sulla pur necessaria revisione del Pat e del Piano degli Interventi. Ha invece accettato l’impegno di valutare l’opportunità di accogliere in Comune gli studenti dei progetti di alternanza scuola-lavoro e di inserire all’interno dei percorsi culturali del Comune anche il percorso culturale religioso Verona Minor Hierusalem.
A titolo di esempio, riportiamo gli argomenti di alcuni emendamenti riguardanti impegni precisi e puntuali, che l’amministrazione ha detto di non potere accettare: piano di riqualificazione delle piazze nei quartieri: ciascuna con una specifica funzione ludico, sociale ricreativa e culturale (respinto); creazione di un parco alla Spianà, previsione di un centro anziani in ogni quartiere (respinti); piano di verifica delle condizioni degli stabili Agec (respinto); collegamento ciclabili esistenti (respinto); sostegno alle famiglie anche dal punto di vista amministrativo, oltre che fiscale (respinto); fondo per un prestito a tasso zero per consentire l’apertura di nuove società agli under 35 (respinto).

Il gruppo consiliare comunale Pd

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *