Comunicato stampa consiglieri comunali del PD di Verona

Pubblicato da il 28 settembre 2016 3 Commenti

I sottoscritti consiglieri comunali del PD, a seguito della notizia riportata sui quotidiani locali relativa alla decisione del proprio capogruppo Michele Bertucco di sostenere il NO al prossimo referendum costituzionale, intendono ribadire che la loro posizione rimane convintamente aderente al SI, scelta seguita dalla netta maggioranza del PARTITO DEMOCRATICO, sia a livello nazionale che a livello locale.

La scelta del capogruppo Bertucco, inopportuna nei tempi, essendo stata manifestata proprio nel giorno della presenza a Verona del segretario nazionale del PD, evidenzia senz’altro una sua diversa visione sull’orizzonte istituzionale che la riforma, fortemente voluta dal PD, intende produrre e di ciò dovrà tener conto lui stesso per il ruolo (di responsabilità e di rappresentanza) che oggi ricopre e nelle sue future scelte d’impegno.

Per quello che ci riguarda siamo certi sia della compattezza del partito locale nel portare avanti con decisione la propria linea per il SI sia dell’unità del gruppo consiliare nel continuare in quest’ultimo scorcio di amministrazione il proprio impegno di opposizione e di proposta costruttiva, aperta al dialogo con qualunque realtà che abbia come discrimine il bene di Verona, con un cambio di verso rispetto al decennio appena trascorso.

I consiglieri comunali PD Verona
Fabio Segattini, Luigi Ugoli, Stefano Vallani, Elisa La Paglia, Eugenio Bertolotti, Damiano Fermo

Comments (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Paolo ha detto:

    Era meglio che tenesse per sé le sue opinioni anche perché, se non sbaglio, il voto dovrebbe essere segreto.

  2. Giancarlo Crespi ha detto:

    Massimo rispetto per la decisione di Bertucco, certamente non è un opportunista, difende le proprie idee e credo che siano condivise da molti all’interno del partito. Io continuo a rileggermi le molte modifiche costituzionali proposte e non sono ancora giunto ad una decisione a causa delle innumerevoli incrostazioni derivate da più o meno strumentali significati a prescindere dai reali contenuti. Credo di non essere il solo ad non avere le idee chiare; certamente questo non si può dire di Bertucco. Tanto di cappello.

  3. aldo ha detto:

    Cari consiglieri del PD, cosa aspettate a cambiare capogruppo? Avete bisogno di ulteriori danni? Vi rappresenta ancora? Egli è libero di dire e pensare ciò che desidera ma il suo ruolo istituzionale dovrebbe almeno dargli il senso della misura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *