Quartieri dimenticati: da due anni Borgo Milano attende gli specchi

Pubblicato da il 31 agosto 2016 0 Commenti

Due anni di solleciti e una raccolta firme tra i residenti per installare un paio di specchi parabolici finalizzati ad aumentare la sicurezza a due incroci, ma nessuna risposta. Silenzio assoluto. E’ la situazione kafkiana che si trovano a vivere alcune vie del quartiere di Borgo Milano. Interventi regolarmente approvati anni or sono dal Consiglio della Terza Circoscrizione ma mai attuati dagli uffici tecnici del Comune. Recentemente è intervenuto con un sollecito agli uffici comunali anche il capogruppo Pd Michele Bertucco mentre il consigliere di Circoscrizione Federico Benini, proponente gli interventi richiesti dai cittadini, ha avviato una raccolta firme tra i residenti delle vie interessate che in due giorni ha riscontrato più di 50 adesioni. “Lo specchio è fondamentale, per chi, provenendo da via Chinotto in direzione via Sicilia, deve immettersi in via Archimede oppure svoltare in via Sicilia verso Ovest, e non riesce a vedere le auto provenienti da via Galvani – spiega Benini – la stessa problematica si riscontra anche all’incrocio tra via Liruti e via Sant’Annone. A che santo si devono votare i cittadini per avere ascolto su misure tanto elementari? In questi casi non vale nemmeno la scusa che non ci sono i soldi, si tratta di vera e propria indifferenza nei confronti dei cittadini” conclude Benini.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *