Categorie protette: nuova iniziativa dei deputati Zardini e Baruffi

Pubblicato da il 17 dicembre 2015 0 Commenti

Continua incessante l’impegno di Diego Zardini, deputato veronese del PD, a sostegno della trasparenza e dell’inserimento dei soggetti disabili nel mondo del lavoro.

Si ricorda che Zardini ha presentato un emendamento al disegno di legge delega sulla riorganizzazione delle pubbliche amministrazioni, approvato dal Parlamento, per ampliare le materie soggette alla trasparenza e precisamente:

  1. Le fasi di dei procedimenti di aggiudicazione ed esecuzione degli appalti pubblici;
  2. Il tempo medio di attesa per le prestazioni sanitarie di ciascuna struttura del Servizio sanitario nazionale;
  3. Il tempo medio dei pagamenti relativi agli acquisti di beni, servizi, prestazioni professionali e forniture, l’ammontare complessivo dei debiti e il numero delle imprese creditrici, aggiornati regolarmente;
  4. Le determinazioni dell’organismo di valutazione.

Diego Zardini e Davide Baruffi hanno presentato ora un’interrogazione al Ministro della Pubblica Amministrazione finalizzata alla pubblicazione sul sito della Funzione Pubblica dei risultati del monitoraggio relativo alle fasi del processo di assunzione dei soggetti disabili da parte delle pubbliche amministrazioni. Inoltre, nell’interrogazione viene chiesto la trasparenza, con la pubblicazione nei siti istituzionali, dei dati e delle informazioni relative alle quote d’obbligo riservate a favore delle categorie protette.

“L’interrogazione – dichiara Diego Zardini – si propone l’obiettivo di mettere da un lato tutti i cittadini nelle condizioni di conoscere i comportamenti dei datori di lavoro pubblici, in un quadro di trasparenza delle pubbliche amministrazioni; e dall’altro lato per permettere alle pubbliche amministrazioni medesime di velocizzare gli adempimenti previsti dalla normativa vigente (rideterminare la dotazione organica, ristabilire il numero delle assunzioni obbligatorie delle categorie protette e procedere obbligatoriamente all’assunzione, a tempo indeterminato, di tali soggetti)”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *